Sentirsi sola dopo aver fatto figli

Da quando ho fatto figli mi sento sola. Una solitudine inaspettata, perché secondo i calcoli e i progetti, i figli li volevamo in due. Dico li volevamo perché di fatto non ho ben capito quando ho vinto il carico da novanta, quando ho dato il mio assenso a cambiare io e basta

La coppia e il rotolino finito della carta igienica

Si, lo so, alcune di voi stanno già sbarellando leggendo solo il titolo, ma è così: che ci si creda o no il rotolino finito della carta igienica è motivo di litigio in molte coppie. Ma perché proprio lui? Apparentemente è un affare innocuo ma di fronte al rotolino finito,

Matrimonio a tempo: dirsi si a scadenza

È da un po’ che ci penso… ma voi che ne direste se il matrimonio fosse a tempo e ci fosse la possibilità di scegliere se confermare la promessa o no? Stavo pensando a quante coppie scoppiate conosco, e a quelle che dopo essersi sposate hanno deciso che non valeva

Nonna, la mamma ha il ciclo!

Togliamo di mezzo ogni dubbio: il ciclo mestruale non è una cosa di cui vergognarsi e avere il ciclo è una condizione normalissima per ogni donna. Eppure quando si parla di ciclo c’è sempre un certo fastidio ad affrontare la questione. Peggio se a tirare fuori l’argomento sono i bambini.

Sesso sotto il tuo tetto: lasciate che i vostri figli facciano l’amore, magari sul vostro letto?

Argomento spinoso quello del sesso fatto dai propri figli, soprattutto se si considera la possibilità di lasciarglielo fare a casa. Una mia amica del liceo ai tempi aveva le chiavi di casa e nel pomeriggio, mentre i genitori erano fuori, ne approfittava per fare sesso col fidanzatino in tutta tranquillità.

Parolacce e mandarsi a fanculo: nelle litigate vale tutto?

Quante volte si discute anche in modo acceso in coppia, e quante volte volano parole grosse, ma quando il vaffanculo si fa facile io qualche domanda me la pongo sempre, non per altro, a me, di mandare in quel posto là la persona che amo, non viene proprio, sarà per

Figli che non vogliono dormire: tu che genitore sei?

Sono arrivata a una conclusione; i tipi di genitori si dividono in due gruppi: chi ha figli che dormono e chi no. Questa è la grande, assoluta discriminante. Hai i figli che non vogliono dormire? Esce il peggio di te. Voglio dormire! Potete così raccontarlo che sono “piezz e core”:

Il Papà e la pupù: i padri e lo schifo per la cacca dei propri figli.

Premessa: non c’è niente di bello nella cacca o pupù che dir si voglia: puzza, appiccica, ha un colore immondo e fa schifo. Si, fa schifo. Eppure, sant’iddio, è solo cacca. Non è una molotov, non è una bomba a mano lanciata nel bagno di casa, non è la lebbra,

Un cane al posto di un figlio?

“Non voglio finire come quegli amici che arrivano a comprarsi un cane, perché a quarant’anni non hanno fatto figli e poi lo tirano su come se fosse un bambino. Non ha senso capisci?” Ammetto che è una frase che mi ha lasciata così, io che di figli ho sempre pensato

Mi faccio il tuo stesso tatuaggio, figlia mia.

C’è un articolo di repubblica, questo , che mi ha lasciato abbastanza basita: parla, o meglio mostra, madri e figlie che si sono fatte fare lo stesso tatuaggio. Non so voi, ma a me certe dimostrazioni di “affetto” sembrano eccessive, troppo simbiotiche. Mamma è per sempre Sarà che sono una madre fuori