Rientriamo a casa con il piede giusto

Settimana scorsa vi ho raccontato del cosa comporta essere mamma lavoratrice in termini di sensi di colpa e frustrazioni varie. Oggi vorrei vedere con voi quali piccoli aneddoti adotto quando rientro a casa. Creo dei rituali, che altro non sono i momenti della giornata scanditi nella routine quotidiana. Rientriamo a

Alimentazione e bambini: mio figlio mangia troppo

Non ce n’è, che se ne dica, l’argomento alimentazione e bambini è per i genitori – per chi più, per chi meno – un argomento di forte ansia. Che ci si trovi con amici, in sala d’attesa dal pediatra o al parchetto vicino casa, le fatidiche frasi “mio figlio non

Il pisellino e la farfallina. Il nomignolo per definire “quella roba lì”.

Comunicare è alla base di tutto per capirsi e farsi capire. La cosa si complica quando quello che deve essere comunicato è qualcosa di imbarazzante. Ora: non che io ci trovi nulla di imbarazzante in un pene a in una vagina. Il problema è come chiamarle o definirle coi bambini.

Mamma lavoratrice, e me ne vanto!

Sì, è proprio così, sono fiera di essere una mamma lavoratrice. Chiamatemi mamma atipica, ma per me i 9 mesi a  casa sono stati sì straordinari, ma anche eterni. Sono arrivata allo scadere della maternità facoltativa retribuita, tirando un sospiro di sollievo. Stanca di dialogare esclusivamente con un lattante che

Bambini e nuove tecnologie

Scrivo questo post e ascolto mia figlia che guarda le vecchie puntate de L’Albero Azzurro sul portatile “di famiglia” (i miei due di lavoro sono off limits in modo assoluto). Quindi sì, sono di parte e non demonizzo l’uso delle nuove tecnologie (smartphone, tablet, pc & co) da parte dei

Come si inserisce il padre nella diade mamma-bambino?

Il padre davanti a una nuova nascita, soprattutto quando è la prima in famiglia, spesso si trova come isolato rispetto alla diade mamma-bambino che sembra costituire un unicum a se stante e completamente indipendenti.

Unchildren: una mostra per raccontare i diritti negati dei bambini

Spesso diciamo ai nostri figli che sono fortunati perché hanno cibo, una casa, diritti. Spesso loro non capiscono quanto ciò sia vero anche perché altrettanto spesso non diamo loro modo di trovarsi davanti a una spiegazione di queste realtà che possano comprendere a fondo. L’obiettivo di Unchildren, un progetto illustrato

E se il bullo è nostro figlio?

Se c’è una cosa di cui sono sempre stata convinta è che i nostri figli non sempre sono angioletti fatti e finiti e che in una lite fra bambini ci sono spesso “colpe” da entrambe le parti. Ma se parliamo di bullismo c’è qualcosa che nessun genitore riesce a immaginare,

Il tempo giusto per tutto. Anche per il sesso.

Di solito chi non ha la fortuna di essere elastica come Heater Parisi dei tempi d’oro magari dopo il parto si è ritrovata con una bella cerniera di punti che va dalla “farfallina” all’ano. Le più fortunate hanno avuto un’episio d’oro da tre punti, le meno fortunate (come me) una

E quando il padre ha paura di prendersi cura del bambino?

Il sesso forte, il capofamiglia, quello che porta i pantaloni…e poi si scopre che un padre può avere paura del semplice atto di cambiare un pannolino! No, non parlo della paura finta e tirata fuori ad hoc per non dover annusare nemmeno di striscio quella bomba chimica che è il